SCONTO SCONTO

Azalea HIBAI

8.90
Fornite in vaso, l'aspetto può variare in base al periodo stagionale
Reward points: 1 punto
11703204
Non ci sono prodotti con le opzioni selezionate in magazzino

Famiglia: Ericaceae
Genere: Rhododendron
Specie: R. japonicum (gruppo Satsuki)
Cultivar: Azalea Hibai

Genere: di 500-900 specie di alberi e arbusti sempreverdi e decidui, talvolta epifiti, di Europa, Asia, Australasia, America settentrionale e in particolare di Cina sudoccidentale, Tibet, Birmania, India settentrionale e Nuova Guinea. Vivono in habitat diversi, che vanno dalla foresta fitta alla tundra alpina, dal livello del mare ad altitudini elevate. I portamenti sono diversi e possonio crescere fino  25m o strisciare formando un arbusto prostrato. Le foglie sono perlopiù lanceolate verde o verde scuro e possono variare da lunghe 4mm a 75cm.

Gli ibridi Satsuki (origine sconosciuta, Giappone, prima del 1700), sono azalee giapponesi, all'origine usate per i bonsai. Sono state selezionate da R.indicum e R.simsii. Semirustici con portamento basso e intricato, hanno grandi fiori imbutiformi, non profumati, estivi, in bianco, rosa o porpora. Tendono a produrre sport.

Cultivar: il Rhododendron japonicum HIBAI produce fiori di medie dimensioni, che possono essere saltuariamente monocolore, rosso cremisi o (raramente) bianchi, ma molto spesso sono bicolori, rossi screziati di bianco puro. La vegetazione è densa, con foglie verde scuro ovali e portamento medio compatto. La fioritura è abbondante e durevole, di epoca medio tardiva. 

Dimensioni: H140/180cm x 150/200cm circa, in base all'Habitat.
Fiori: numerosi, di medie dimensioni. Le corolle sono semplici e di un colore rosso cremisi-ciliegia intenso con screziature bianco puro, oppure meno fequentemente solo rossi. In genere fiorisce da fine Aprile/Maggio.
Terreni: umidi ma ben drenati, torboso, foglioso, ricco di humus, acido (PH 4,5-5,5). Non piantare in profondità, tutti i rododendri hanno radici superficiali e non vogliono una buca profonda. Nel caso il terreno circostante risulti di impasto troppo pesante creare un ampio letto di terriccio alleggerito e acido, mescolando solo parzialmente (max 1/3) con la terra originaria. Non sopportano i ristagni d'acqua.
Posizione: predilige luoghi luminosi a mezza giornata di sole.
Esposizione: meglio se riparati dai venti freddi e secchi del nord.
Potatura: di solito non necessaria, da giovane la si può foggiare potando appena dopo la fioritura.
Peculiarità: molto usata come Bonsai. Portamento compatto.
Temperatura min.: -12/-17°C. circa.
Malattie: Ozziorrinco, mosca bianca, cicaline, tingidi, cocciniglie, bruchi, afidi, oidio, bruciore delle gemme, armillaria, ruggine, vesciche, appassimento dei petali, mal del piombo, marciume radicale da Phytophtora e clorosi da calcare.