Attenzione
Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne dia il consenso. OK

SCONTO SCONTO

Bonsai RHODODENDRON var. HOSHI NO KAGAYAKI

180.00
Reward points: 1 punto
12102983
Disponibile
+
  • Pinterest

Famiglia: Ericaceae
Genere: Rhododendron
Specie: Rhododendron indicum (ibridi di Satsuki)
Varietà: R.i. Hoshi no kagayaki

Genere: di 500-900 specie di alberi e arbusti sempreverdi e decidui, talvolta epifiti, di Europa, Asia, Australasia, America settentrionale e in particolare di Cina sudoccidentale, Tibet, Birmania, India settentrionale e Nuova Guinea. Vivono in habitat diversi, che vanno dalla foresta fitta alla tundra alpina, dal livello del mare ad altitudini elevate. I portamenti sono diversi e possonio crescere fino  25m o strisciare formando un arbusto prostrato. Le foglie sono perlopiù lanceolate verde o verde scuro e possono variare da lunghe 4mm a 75cm.

Gli ibridi SATSUKI sono azalee giapponesi, all'origine usati per il bonsai. Sono state selezionate da R.indicum e R.simsii. Semirustici, solitamente con portamento basso e intricato, producono grandi fiori imbutiformi, di solito non profumati, estivi, in bianco, rosa, rosso o porpora. Tendono a produrre sport.

Specie: il Rhododendron indicum HOSHI NO KAGAYAKI è un'azalea dal portamento allargato e abbastanza compatto, e fioritura medio-tardiva per una satsuki; fra fine di Maggio e Giugno. Produce foglie medie e strettamente lanceolate di un bel colore verde intenso, e una ramificazione sottile e densa. Questa varietà si distingue per i suoi fiori piccoli viola-porpora intenso, in genere stabile e uniforme come colore. 

Terriccio: (pH acido) Kanuma al 100% purchè ben lavato, oppure al 50% con Akadama.
Esposizione: mezz'ombra. Preferisce una posizione abbastanza fresca. D'inverno può vivere fuori fino a -5/-7°C. come bonsai, ma va protetto il vaso. Molti preferiscono mantenere la pianta comunque sopra lo zero. 
Innaffiatura: abbondante perchè le radici seccano facilmente. Evitare che il terriccio si asciughi troppo, ma anche i ristagni d'acqua.
Fertilizzazione: 5-6 volte l'anno (non in inverno). Dopo un mese dal trapianto; in autunno aumentare la percentuale di fosforo e potassio.
Educazione con il filo: dalla primavera all'autunno, con prudenza perchè ha rami fragili.
Rinvasatura: ogni 2 anni appena finita la fioritura.
Potatura: dopo la fioritura, lasciare 1-2 foglie per ramo. In autunno togliere o accorciare tutti i rami in eccesso. Al rinvaso snellire la parte aerea.
Parassiti e malattie: bruchi, curculionidi, nematodi, marciume radicale, maculatura fogliare, ruggine, clorosi, marciume del fusto, fillostictosi.

Descrizione pianta: Bonsai veramente ben proporzionato, coltivato da seme, con bei movimenti del tronco buona conicità e buona ramificazione. I suoi fiori di dimensioni contenute inoltre aiutano ad avere un'aspetto bilanciato anche in fioritura e pur essendo ancora piccolo.  

Dimensioni: H32/34 (pianta)
Vaso: plastica 20x14xH6,5 cm
Età: 2001 nascita (coltivata da seme)

Esemplare unico