Attenzione
Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne dia il consenso. OK

SCONTO SCONTO

Bonsai VITIS VINIFERA

680.00
Reward points: 1 punto
BonVitGino
Disponibile
+
Famiglia: Vitaceae  
Genere: Vitis 
Specie: Vitis vinifera  

Detto: "Vite"

Genere: di circa 65 specie di rampicanti provviste di viticci, decidue, legnose, occasionalmente di arbusti, che vivono nelle regioni temperate settentrionali. Hanno la corteccia che si sfalda e foglie alterne, da semplici a lobate, talvolta dentate. I minuscoli fiori verdi spuntano in pannocchie alle ascelle fogliari in estate e sono seguiti da frutti (grappoli di bacche) che in alcune specie sono commestibili e sono utilizzati per produrre vino o come frutta fresca (Uva).

 Specie: la Vitis vinifera è una pianta arborea rampicante che può raggiungere grandi dimensioni, fino a 15/30m. in base all'habitat. Ha un apparato radicale particolarmente sviluppato, che può raggiungere i 10m. di lunghezza che gli permette di vivere in terreni molto profondi e pietrosi. In natura sfrutta la caratteristica di avere i viticci per attaccarsi ad alberi o pareti rocciose ed espandersi, mentre in assenza di supporti si allarga sul suolo come un tappezzante. Ha foglie alterne, semplici, con cinque lobi principali più o meno profondi. Produce frutti a grappoli, costituiti da bacche chiamate acini, con forma e colore variabile.

Come Bonsai: ancora poco usata, ha pregi molto interessanti, quali la corteccia e il legno che si prestano molto per avere parti di legno secco. Inoltre in Italia non è difficile trovarne di esemplari vetusti su cui lavorare, ed è a tutti gli effetti, assieme all'olivo, la pianta più rappresentativa della nostra nazione. Poco esigente, in vaso va irrigata parecchio ma garantendo un drenaggio perfetto. Molto bella nel momento della fruttificazione, periodo anche piuttosto durevole, e molto interessanti i suoi colori autunnali. Mantiene i classici difetti di tutte le piante rampicanti: non è possibile seguire i classici stili Bonsai, ed ha periodi in cui bisogna lasciarla scappare per permetterle di alimentarsi a dovere. 

Terriccio: pomice o Kiryuzuna e Akadama al 50%. Richiede un drenaggio perfetto.
Esposizione: pieno sole tutto l'anno.
Innaffiatura: abbondante dalla primavera all'autunno, la disidratazione impedisce la fruttificazione.
Fertilizzazione: dopo la fioritura concimare con un fertilizzante stimolante a base di aminoacidi, il resto dell'anno salvo Luglio e Agosto somministrare hanagakoro ogni due-tre settimane.
Educazione con il filo: durante il periodo vegetativo per dirigere i rami nuovi.
Rinvasatura: ogni due-tre anni in primavera.
Potatura: si pota in primavera sui germogli nuovi per favorire una gemmazione verso l'interno della chioma. La pinzatura nel periodo di formazione dei rami va eseguita ogni volta serva a far ramificare i nuovi germogli, sacrificando eventualmente la fioritura. In seguito per favorire i fiori si rinvia questa operazione alla fine di Giugno, lasciando un paio di internodi per conservare le gemme fiorifere.
Parassiti e malattie: marciume radicale (attenzione nel periodo estivo).

Bonsai di Vite veramente interessante, con una conicità rara del tronco in questa specie, un bel movimento e uno shari veramente ben fatto oltre ad una ramificazione alta e già vetusta. La salvai dall'estirpazione nel 2013 circa, impostandola a Bonsai definitivamente l'anno seguente. La pianta ha circa 60 anni. 

Dimensioni: H45 (solo tronco) 60cm circa (con chioma) / H74cm circa (vaso compreso)
Tronco: diametro 8cm circa / circonferenza: 24cm / Nebari: diamentro 22cm circa
Vaso: 42 x 33cm H10,5cm esterno / 36 x 27cm H7cm interno
Età: 1960 nascita (dal 2013 come bonsai)

Esemplare unico