SCONTO SCONTO

Melo REGINA DELLE RENETTE

28.00
Fornite in vaso potate, l'aspetto può variare in base al periodo stagionale
Reward points: 1 punto
MeloRegDR-V30M111
Non ci sono prodotti con le opzioni selezionate in magazzino

Una mela molto antica: già nota in Olanda come Kronen Reinette alla fine del 1700, in Francia venne chiamata nel 1873 da Leroy "Reine des Renettes". All'inizio del XX secolo fu definita da Molon "Renetta rossigna".

Una cultivar peculiare di Renetta, che ha un'aspetto a fine maturazione piuttosto diverso, grazie alla pezzatura media, e la buccia spessa priva di rugginosità o quasi, con colore di fondo giallo chiaro e sovraccolore rosso a striature verticali. Usata spesso come impollinatore, presenta una fioritura medio-tardiva e molto scalare, che gli permettono di coprire una vasta serie di varietà. La pianta è vigorosa, dal portamento eretto, con pochi rami, e foglie grandi, ovali, dentate e leggermente tomentose. I frutti sono abbondanti, buoni, con polpa giallognola, profumata, compatta e sugosa, con elevata presenza di acqua. 

Restia alle patologie classiche della sua specie, risulta interessante anche a livello di produzione bio.

Dimensioni: vigoroso.
Portamento: eretto allargato.
Produttività: medio-elevata.
Fioritura: più tardiva rispetto a Golden, scalarità prolungata.
Impollinazione: usata spesso come impollinatore per le altre varietà, grazie alla sua fioritura scalare, usufruisce della stessa per essere impollinata da molteplici cultivar.
Frutti: Dimensioni medie (150/160gr.), di forma arrotondata con leggera conicità verso il calice e leggero appiattimento complessivo. 
Buccia: spessa, a volte rugosa, gialla con sovraccolore più o meno diffuso in base all'esposizione al sole, a striatura rosse. Rugginosità a volte assente, tende a localizzarsi nella zonacalicina. Lenticelle grandi e numerose.
Polpa: aromatica, ha tessitura grossolana, croccante, compatta, succosa, di colore giallognolo.
Sapore: dolce, mediamente acidulo.
Maturazione: media- tardiva, scalare, da fine Settembre, a fine Ottobre.
Conservabilità: media, anche in frigorifero, ma per un tempo non troppo prolungato.
Peculiarità: varietà molto antica; usata come impollinatore.
Malattie: poco suscettibile a ticchiolatura e oidio.