Attenzione
Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne dia il consenso. OK

SCONTO SCONTO

BABACO (Carica pentagona)

38.90
Fornite in vaso, l'aspetto può variare in base al periodo stagionale
Reward points: 1 punto
Babaco
Attualmente non disponibile

Carica pubescens x Carica stipulata

Famiglia: Caricaceae
Genere: Carica / sin. Vasconcellea
Specie: Carica pentagona / sin. Vasconcellea × heilbronnii

Detto: "Babaco"

Il genere Carica è composto da arbusti o piccoli alberi sempreverdi che si attestano fra i 5 e 10m. d'altezza, spontanei nelle regioni tropicali dell'America centrale e meridionale, tra i quali la papaya e altre specie affini. L'aspetto delle piante ricorda quello delle palme, grazie al fatto di non avere ramificazioni, e i frutti nascono direttamente sul tronco e sembrano dei meloni leggermente allungati. L'areale d'origine va dal Messico all'Argentina lungo la fascia andina dalle quote basse fino ai 3000m d'altitudune.

La CARICA PENTAGONA è considerata un'ibrido intergenerico fra Carica pubescebs e Carica stipulata. Produce frutti apireni (senza semi) per partenocarpia e per questo viene prodotta da talea, dall'aspetto simile a quello di peperoni gialli o zucche costolute, lunghi 30cm a sezione pentagonale. La pianta presenta foglie radunate in cima che hanno un picciolo lungo fino a 55cm e forma palmata con 5/7 lobi, lunghe fino a 50cm e larghe 45cm. 

PROPRIETA': il frutto del Babaco ha una concentrazione altissima di
- vitamina C, e pare che due fette soddisfino il fabbisogno giornaliero di un individuo
- vitamina A che ha un grande potere antiossidante e stimolante del sistema immunitario
 - potassio, che aiuta a riequilibrare la presenza di liquidi nel sistema cardiovascolare.
Inoltre ha un basso contenuto calorico (21 kcal per 100gr. ).

COME SI MANGIA: è possibile consumarlo crudo, senza sbucciarlo, tagliandolo a fette larghe un paio di cm. Il suo sapore fresco e dissetante lo rende ideale a fine pasto. Conservabile a lungo in frigo, lo si consuma anche in macedonia o con panna o gelato. Ideale come sorbetto o come frullato, oppure bollito tagliato a pezzi e messo in poca acqua. In Ecuador viene omogeneizzato e usato come bevanda da prima colazione, altrimenti tagliato a fette e poi fritto. Ha sapore molto aromatico, leggermente acidulo e matura anche in casa purchè tenuto in luogo fresco.

Dimensioni: 3/5m in base all'habitat.
Fiori: bianco verdi, campanulacei, femminili, radunati in gruppi di 2-3 all'ascela delle foglie. Fioritura scalare durante tutta l'estate. 
Frutti: apireni, prodotti per partenocarpia, lunghi fino a 30cm, costoluti, a sezione pentagonale. La pelle inizialmente verde diventa gialla a maturazione completa. Peso medio 1kg. ma arrivano finoa 2kg. La polpa è bianco crema, fibrosa e acquosa, con gusto intermedio fra l'ananas e l'arancia, dissetante.
Maturazione: estiva.
Terreni: fertili, ben drenati e asciutti. Durante la crescita primaverile richiede buone quantità d'acqua.
Posizione: pieno sole.
Esposizione: riparata dai venti freddi.
Potatura: per esigenze produttive ogni 3-4 cicli di fruttificazione la pianta viene tagliata a 20cm dal suolo al fine di ringiovanirla.
Peculiarità: i suoi frutti hanno percentuali altissime di vitamina C e quindi di antiossidanti.
Temperatura min.: 5/7°C.
Malattie: in serra può essere soggetta a cocciniglia. Non sopporta i ristagni idrici.