Attenzione
Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne dia il consenso. OK

SCONTO SCONTO

Schisandra chinensis SADOVA N.1 - V20/5,7lt.

22.80
Fornite in vaso, l'aspetto può variare in base al periodo stagionale.
Reward points: 1 punto
SchisSad-V20
Disponibile
+
SCONTI per quantità:
Quantità 3+
Prezzo 21.80

Famiglia: Schisandraceae
Genere: Schisandra
Specie: Schisandra chinensis Sadowa /sin. Sadova

Detto: "bacca dai cinque sapori"

Genere di 25 specie di rampicanti volubili, legnose, monoiche o dioiche, decidue o sempreverdi, originarie dell'Asia orientale, e una specie negli Stati Uniti sudorientali. Producono fiori a coppa rossi, rosa, giallo o bianchi, che sbocciano singolarmente o in mazzetti o in corte spighe alle ascelle fogliari; e grappoli di frutti globosi, dai colori brillanti. Le foglie sono alterne, intere, o dentate, solitamente lanceolate o da ovate a ellittiche. 

La SCHISANDRA CHINENSIS è un rampicante volubile, legnoso, deciduo, con getti rossi e foglie verde scuro, da ellittiche a obovate, seghettate, lucide, lunghe fino a 14cm. Da fine primavera all'estate, sbocciano in piccoli mazzetti fiori da crema a rosa chiaro, eccezionalmente profumati, larghi fino a 2cm, seguiti sulle piante femminili da spighe reclinate, lunghe fino a 15cm, di frutti carnosi, rossi o rosa; queste bacche vengono chiamate "bacche dai cinque sapori" (wu-wei-zi).

LA BACCA: Il nome fa riferimento ai cinque gusti base che si possono percepire gustando il frutto: aspro, dolce, amaro, pungente e salato. Nella nostra cultura la pianta viene presa in considerazione perlopiù per il suo aspetto estetico, adatto ad abbellire pergolati e giardini, ma si tratta di una delle 50 specie fondamentali della medicina cinese, essendo immunomodulante, antiossidante, antinfiammatoria ed epatoprotettrice.

CONTENUTO: La bacca dei cinque sapori contiene, sia nella polpa che nei semi, interessanti composti fenolici, come la schizandrina, il brisabolene, la pregomisina, la schicanterina, il rubridilattone e la gomisina A, dai numerosi principi attivi, in più punti collegati con la salvaguardia delle cellule dai principi tumorali; sono inoltre antivirali, antiossidanti, epatoprotettivi e neuroprotettivi, con capacità di risanare i tessuti danneggiati.

È stata dimostrata l'efficacia dei lignani e degli oli essenziali della bacca dei cinque gusti per aiutare sportivi e lavoratori a mantenere alte prestazioni, per aiutare i convalescenti a riprendersi da malattie, e in generale a sopportare grandi quantità di stress.

L'infuso di bacca dei cinque sapori essiccata è spesso usato come rimedio per i raffreddori e per il mal di mare, riduce la sete, supporta il lavoro dei reni, calma mente e cuore, cura problemi intestinali e quelli dei polmoni, riduce fatica e fame, migliora la visione notturna.

Studi clinici hanno dimostrato effetti positivi anche in casi di ferite, ustioni, congelamento, sindrome da schiacciamento, intossicazioni da metalli pesanti.

CONTROINDICAZIONI: La medicina tradizionale cinese non prescrive la bacca dei cinque sapori alle donne in stato interessante, per via di alcuni fitocomponenti che possono potenzialmente indurre contrazioni uterine.

CURIOSITA': questa bacca è celebrata in Russia in un francobollo. Nei paesi d'origine viene molto consumata dai cacciatori per le sue capacità di potenziare l'udito, la vista e la concentrazione.

COME SI MANGIA: le bacche possono essere consumate fresche, ma più spesso si attende che siano completamente essiccati, spesso sui rami stessi ad opera del sole. In questa forma si usano per fare tisane e infusi, ma anche bevande liquorose. Esistono anche dolci e succhi di frutta di questa bacca. In medicina vengono usate anche  usano anche le foglie giovani, la corteccia e le radici.

La Schisandra chinensis SADOWA è una varietà autofertile, sebbene produca maggiormente con l'abbinamento ad un impollinatore (vedi: maschio), per via dell'allegagione migliore.  

Dimensioni: Hmax. 10m.
Fiori: da fine primavera a inizio estate, produce spighe di fiori da crema a rosa chiaro, profumatissimi, larghi fino a 2cm.
Frutti: piccoli (2cm circa), rossi o rosa, carnosi, commestibili, raccolti in piccoli grappoli.
Maturazione: fine estate, persistenti, possono rimanere sui rami fino alle prime gelate.
Terreni: fertili, ben drenati e umidi.
Posizione: pieno sole o mezz'ombra.
Esposizione: non ha esigenze.
Potatura: ad inizio primavera potare a sperone lasciando 4,5 gemme dalla struttura principale.
Peculiarità: le sue bacche hanno proprietà medicamentose. I fiori sono profumatissimi.
Temperatura min.: -15/-20°C.
Malattie: